"Le Mur des Amoureux" opera di Peynet, presso Le Cannet in Costa Azzurra
Cristina Cattaneo Beretta

Condividi questo articolo:

Facebook
Twitter
Email
Stampa

Niente ci fa sentire vivi come l’amore e tale esperienza dona anche una sensazione di profonda autenticità.  

Cosa rappresenti il sentirsi autentici per l’uomo moderno non è facile a definirsi, perché è qualcosa di cui non facciamo molta esperienza; siamo nell’era della riproducibilità in serie e non vi è quasi più nulla che abbia la caratteristica di essere unico, non riproducibile. Le nostre scelte, i nostri gusti e interessi, modi di vestire e comportamenti sono sempre più omologati. Ci differenziamo sulle inezie. Ma l’amore ci dona l’esperienza di sentirci unici, amati per i nostri pregi e difetti e di amare una persona e lei sola: è infatti l’unico legame forte che si contrae da adulti

È facile capire perché la creazione di un legame forte comporti una totale revisione di noi stessi, dei nostri valori e della gerarchia delle “importanze”; il nostro mondo viene ridefinito e rinegoziato con la persona amata. Ma tutto avviene solo a partire dalla capacità, non così diffusa di avere il coraggio, quando ci innamoriamo, di metterci a nudo e confessare tutto di noi, anche fatti del nostro passato a causa dei quali potremmo essere respinti o deludere. Infatti, se l’altro ci perdona lo avrà fatto per sempre. Ma se non lo facciamo perdiamo la possibilità di essere amati per quello che siamo e vi è sempre il rischio che il nostro partner venga a sapere cose da altri e non ci perdoni. Quindi autenticità significa anche capacità di essere veri.

Per questo si può paragonare l’esperienza di due persone che si amano profondamente, l’esperienza dell’amore vissuto, a un regno di cristalli, dove tutto riluce ed è prezioso, bellissimo, ma al contempo fragile. Un gesto, una frase sbagliata possono fare enormi danni. Ma al contempo, l’amore è un’esperienza di tale potenza e rivitalizzazione che porta a trasformazioni integrali e permette di guarire vecchie ferite, complessi, traumi del passato. Essere amati dona sicurezza e coraggio, tanto che può stimolare l’espressione di talenti che non erano emersi e permettere lo sviluppo di un nuovo senso che riorganizza tutto: è il senso della felicità, che consiste nel fare spazio a tutto quello che crea sintonia, armonia, bellezza e dimenticare di tutto ciò che porta distonia, tristezza disarmonia. Si diventa più buoni, più tolleranti, più empatici.

L’amore  è come un dio che entra nelle nostre vite e richiede la cura e l’attenzione di un dio. Richiede un sapere, una cura, un’attenzione, un linguaggio, un rispetto, elevati ed adatti alle cose grandi. Niente resiste senza cura e dedizione, neppure l’amore. Infatti noi non ci trasformiamo in esseri perfetti solo perché ci siamo innamorati. Nella relazione con la persona che amiamo emergono tutte le paure, le chiusure, gli egoismi, i difetti che abbiamo assorbito nelle esperienze di vita. Ci sono individui che, cresciuti abituati a essere al centro dell’attenzione e a veder soddisfatti tutti i loro desideri, portano questo egoismo nell’amore e pensano che amare consista nell’essere serviti. Altri che hanno fatto sempre l’esperienza di doversi adattare, sono propensi a essere accondiscendenti… così lo diventano due volte, perché in amore l’altro è la creatura che suscita la nostra maggiore dedizione. Oppure vi sono persone possessive che tolgono spazio all’altro perché vogliono averlo tutto per sé e arrivano a impedire in modi palesi o nascosti che esprima i suoi talenti. Vi è infatti la tendenza di alcuni individui a temere che l’altro cresca troppo e lo oscuri, o trovi altre persone più interessanti.

Non è difficile immaginare che tutte queste azioni uccidono l’amore: nessun amore può durare a lungo solo perché ci si ama e ci si piace, se ci si comporta in modo rozzo ed egoistico. Nessun amore dura se non entrano in campo una serie di comportamenti che fanno capo alla morale universale: significa trattare bene chi amiamo, essere gentili, fare quello che possiamo per farlo stare bene e non approfittarci delle sue debolezze, ma aiutarlo a superarle. Non mentire, non tradire la sua fiducia, rispettare al massimo lui e ciò che gli è caro. Sono cose semplici, ma non facili ed è su queste che la maggior parte degli amori si infrange.

Scopri tutti i numeri di L'amore e gli Amori

Articoli che potrebbero interessarti

Macron e moglie

Il caso Macron

Sempre più donne si uniscono a uomini più giovani: pian piano impariamo a comprendere queste scelte, lei più grande di lui, che un tempo ci sembravano troppo azzardate

La principessa del Giappone

In Giappone vince l’amore

La principessa Mako del Giappone rinuncia al privilegio del suo rango per sposare un comune mortale, una notizia di vittoria dell’amore.

L'amore e gli amori

Seguici sui social

2017 @ Far Immagine e comunicazione Srl – Tutti i diritti riservati
Registrazione al Tribunale di Milano n. 272 del 29-9-2017