Cristina Cattaneo Beretta

Condividi questo articolo:

Facebook
Twitter
Email
Stampa

Oggi  non abbiamo più indicazioni chiare di come è opportuno comportarsi in amore. Ieri la fanciulla riservata e pudica, sapeva con ragionevole certezza che avrebbe avuto la meglio sulla sua compagna disinibita e volubile: al momento di trovare marito sarebbe arrivata la resa dei conti. Salvo eccezioni era cosi Anche i seduttori esitavano ad avere comportamenti di aperta conquista verso le ragazze che avevano una famiglia alle spalle,  e sapevano che era opportuno rivolgere le loro attenzioni altrove, perchè il controllo sociale era fortissimo anche su di loro.  Ma oggi c’è una particolare confusione e l’insieme delle conseguenze non sembra essere confrontabile con le cause.  Se un tempo l'aspetto più rilevante era la sicurezza fornita dall'appartenenza a una famiglia oggi  abbiamo maggiormente  bisogno di un riconoscimento specifico della nostra persona, della nostra individualità. 

Quali ingredienti speciali occorrono per avere una persona che ci ami, che riconosca la nostra autenticità, la nostra unicità?  È in fondo una sorta di riedizione dell’accoglienza che ci aveva fatto  il mondo da neonati, quando tutti ci sorridevano e ci amavano per come eravamo e gioivano di ogni nostro nuovo gesto. In seguito abbiamo scoperto i doveri, i compiti,  abbiamo dovuto ubbidire a mille influenze e pressioni, ci siamo trovati soli in un mondo ostile.

Quando poi incontriamo l’amore, da un lato ci butta nel nuovo, dall'altro si configura come un tuffo nel passato dove andiamo a ripescare aspetti di noi che avevamo lasciato da parte e andarli a recuperare fa parte della rinascita. Tutti  questi aspetti ritrovati grazie agli occhi dell'amore di un altro entrano nel processo di conoscenza  degli innamorati.
Tu guardi con approvazione, amore, desiderio, me e il mio corpo, vedi i miei talenti , li approvi, li ami, crei intorno a me e alle mie inclinazioni uno spazio energeticamente carico. E io so che posso camminare con fiducia, tenendo la testa alta anche di fronte a chi mi combatterà, mi criticherà, mi invidierà, cercherà di buttarmi giù, di dirmi che non valgo niente, che non sono nulla.

Io ti guardo con amore e approvo il tuo corpo, le tue qualità, le tue mani, le tue spalle, persino il timbro della tua voce e il tuo odore, il tuo modo di muoverti, gli abiti che scegli, le cose che fai. il tuo modo di agire e i tuoi valori. Insieme entriamo in un.mondo nuovo dove il nostro essere due è una nuova promessa.

Scopri tutti i numeri di L'amore e gli Amori

Articoli che potrebbero interessarti

Casanova: la trappola della seduzione

Quando una donna cade nella rete di un Casanova vive l’esperienza dell’erotismo intenso al quale seguirà il dolore perchè i Casanova cercano continuamente nuove conquiste.

Codex Manesse

Quando ci innamoriamo, di chi ci innamoriamo?

Secondo la psicoanalisi freudiana noi ci innamoriamo guardando al passato, secondo Alberoni guardando al futuro. La concezione psicoanalitica che riduce l’esperienza dell’innamoramento a un risveglio

Fedeltà

Fedeltà

Molti credono che sentimenti come l’esclusività, la fedeltà e la gelosia appartengano al passato, rappresentino una debolezza. Debolezza di cui nel mondo moderno si deve

2017 @ Far Immagine e comunicazione Srl – Tutti i diritti riservati
Registrazione al Tribunale di Milano n. 272 del 29-9-2017

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione. Cliccando sul bottone ACCETTO dai il tuo consenso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi