Maria Giovanna Farina

Condividi questo articolo:

Facebook
Twitter
Email
Stampa

Ma siamo sicuri che il grande amore che dura possa essere la cosa migliore? È per forza un bene per noi?” Mi chiede Sara, una giovane donna delusa da una sfortunata relazione. Non siamo sicuri di nulla, questa è la condizione umana. Il punto più importante è che dobbiamo capire se è un bene “per noi”. Per far ciò è necessario partire da due aspetti importanti:

- l'amore è impegnativo specialmente se si manifesta come qualcosa di forte che travolge

- è molto bello e molto difficile allo stesso tempo.

Osservando dall’esterno un grande amore, ciò che più crea timore è l’idea che possa farci sentire in prigione, in una situazione da cui non possiamo uscire se non perdendo la passione che stiamo vivendo; ogni cosa, anche la più bella, ha il suo lato negativo. Il grande amore, infatti, ci tiene legati e ciò può non piacere a tutti, allo stesso tempo quando ne siamo coinvolti non vorremmo essere uniti se non a quella persona. 

Questa riflessione mi ha fatto venire in mente un romanzo che vi suggerisco: La lettera d'amore, Cathleen Schine, Adelphi 1996. Siamo in una classica cittadina di provincia sulla costa atlantica degli Stati Uniti, Helen, un’affascinante cinquantenne divorziata, crea una delle più accoglienti librerie che si possano immaginare. Helen è una donna carismatica che tutti gli uomini sognano. Un giorno trova una lettera d’amore tra la sua corrispondenza, si tratta di un semplice foglietto piegato in malo modo senza busta e firmato con uno pseudonimo. Sembra una lettera comune ma la colpisce fino all’ossessione e da lì inizia a supporre chi possa averla scritta e a chi sia ispirata. La libraia apparentemente non cerca più l’amore, ma non disdegna incontri galanti con i clienti della libreria a patto che non si trasformino in relazioni vere e proprie. Finché un giorno tutto cambierà quando si innamorerà.

La lettera ha portato alla luce la consapevolezza di essere alla ricerca dell’amore, di essere pronta all’incontro e quindi al cambiamento: questa la ragione della sua ostinata ricerca del suo autore.

Che cosa sia meglio per noi lo possiamo comprendere solo vivendo l’esperienza di un grande amore che è totalità della vita, è felicità di stare solo con il partner, è assenza di paura: non è assolutamente privazione dal resto del mondo, ma pienezza dell’unico mondo possibile. Il grande amore è de facto un bene per noi, ma è il bene più grande possibile se abbiamo la fortuna di viverlo.

Scopri tutti i numeri di L'amore e gli Amori

Articoli che potrebbero interessarti

Maschi e femmine non sono uguali

Lo scandalo dei ricatti sessuali si dilata, ma non sempre si tratta di violenza e abuso. A volte mette nuovamente in gioco i conflitti tra i generi.

2017 @ Far Immagine e comunicazione Srl – Tutti i diritti riservati
Registrazione al Tribunale di Milano n. 272 del 29-9-2017

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione. Cliccando sul bottone ACCETTO dai il tuo consenso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi