Immagine: UnfaihtfullL'amore infedele, tratta da Cinefilos.it
Maria Giovanna Farina

Condividi questo articolo:

Facebook
Twitter
Email
Stampa

Quando la gelosia non riesce a rimanere nella normalità, a volte va oltre le scenate e diventa ossessione, e si trasforma in paura fissata di essere traditi, incapacità di condurre una vita serena impedendo la tranquillità al partner e a sé stessi, allora può diventare patologia e condurre al femminicidio. È una gelosia intimamente unita al possesso della donna, al potere su di lei, all'idea maschilista che la considera preda e non come persona da amare.

Il film del 2002, Unfaihtfull – L'amore infedele, interpretato da Diane Lane e Richard Gere, al di là delle critiche negative che lo hanno considerato moralista e un brutto rifacimento di Una moglie infedele del '69, dà un messaggio positivo seppur nell'ambito di un atto deprecabile come l'omicidio. Il lungometraggio narra la storia di una tranquilla e agiata coppia di provincia americana con un figlio, una vita troppo tranquilla e identica a sé stessa, in certi casi sarebbe meglio rimanere nella monotonia, viene spezzata da un incontro casuale che la moglie fa andando a New York. Si imbatte in un giovane affascinante libraio che l'aiuta a raccogliere i fogli che il tempo ventoso le aveva strappato dalle braccia. Il vento, come simbolo di una passione travolgente, è galeotto allo stesso modo di quanto lo fu per Paolo e Francesca nel celebre passo dell'inferno della Divina Commedia.

Lei, la moglie infedele, lascia andare un taxi vuoto e accetta di salire in casa del libraio per farsi medicare la sbucciatura procuratasi dalla rovinosa caduta. Il resto lo passiamo immaginare: una storia travolgente di sesso e passione dipinta anche sul volto della donna così da non sfuggire all'attento marito che pone fine alla vicenda uccidendo il libraio.

La gelosia si abbatte non sulla coppia di fedifraghi, non sulla donna rea di tradimento, ma sull'oggetto odiato, il rivale che vien eliminato per salvare il matrimonio. La donna è, una volta tanto, risparmiata mentre entra in scena il duello tra maschi per difendere il proprio onore: un ritorno simbolico ai tempi in cui gli uomini mettevano in scena la forza fisica per uno scontro paritario da maschio a maschio, all'epoca in cui i cavalieri si sfidavano per la donna-angelo rispettata e venerata.

Scopri tutti i numeri di L'amore e gli Amori

Articoli che potrebbero interessarti

Due figure si danno la mano

Il patto

Per descrivere come si passa dall’innamoramento all’amore stabile non partiamo da  ciò che unisce, ma  da  ciò che divide i due innamorati. Appena essi incominciano a porsi

La trasfigurazione negli anziani innamorati

Una caratteristica dell’innamoramento è la capacità di considerare chi si ama come perfetto, come il più bello, come colui che non vorremmo scambiare con nessuno al mondo, neanche con la diva o il divo più famosi.

2017 @ Far Immagine e comunicazione Srl – Tutti i diritti riservati
Registrazione al Tribunale di Milano n. 272 del 29-9-2017

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione. Cliccando sul bottone ACCETTO dai il tuo consenso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi