Nelle ultime pagine di Lolita finalmente Humbert rintraccia la ragazza che gli dice che era il commediografo Quilty quello che li seguiva in macchina e che l'ha portata via. Lei lo aveva conosciuto quando aveva  messo in scena la Trattoria dei cacciatori nella sua scuola. Lei - continua a raccontare Lolita -  non sopportava i ragazzi della sua età ed era invece rimasta affascinata dal commediografo, un  uomo adulto. Ma che era  un genio. Per lui provava un vero grande amore esclusivo. Infatti quando Quilty la porta in un ranch in cui tutti fanno sesso promiscuo lei non accetta di andare con gli altri, lo vuole per sè sola, protesta e lui la caccia via.

Lolita, quando Humbert la trova, non è più una ninfetta, è una giovane donna che aspetta un bambino, ma l’amore di Humbert è intatto. Le chiede di partire con lui, di sposare lui. Lei dice di no. Glielo chiede altre volte fino all’ultimo, come don Jose a Carmen, e lei risponde sempre di no, Humbert stringe in mano una pistola ma dice a se stesso "ma io questa donna l’amo, non le farò mai del male". E le dà tutti i soldi che ha e poi parte per uccidere Quilty. Da notare che durante tutto il libro lui non ha mai un pensiero cattivo per Lolita, mai l’idea di farle del male.

Articoli simili

All articles loaded
No more articles to load

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione. Cliccando sul bottone ACCETTO dai il tuo consenso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi