Maria Giovanna Farina

Condividi questo articolo:

Facebook
Twitter
Email
Stampa

Ho incontrato il noto pornoattore, regista e produttore cinematografico Rocco Siffredi, un uomo capace di dire ciò che pensa senza nascondersi e senza reticenze. Cosa c’entra l’argomento amore in riferimento ad una persona che ha scelto il sesso libero come professione? Questa domanda più che lecita ci offre la possibilità di andare oltre. Così mi sono fatta spiegare il suo rapporto con l’amore, l’innamoramento e la fedeltà per giungere a definire le differenze tra amore erotico e puro esercizio della sessualità.

Come si comporta Rocco quando è innamorato? L’amore ci cambia, ci rende altro, tu in che cosa sei cambiato quando ti sei innamorato di tua moglie?

La tua vita cambia completamente se sei innamorato. Ti svegli con la persona che ami lì vicino a te, quando sei solo non vedi l’ora di riabbracciarla, sai che la tua vita si riempie perché la persona che ami esiste. Tutte le cose negative scompaiono oppure, anche se non del tutto, riesci a sopportarle.

Il cambiamento quindi risiede in una nuova prospettiva di vita?

Se sei davvero innamorato succede questo, altro se invece sei solo infatuato; mi è capito di essere infatuato, allora c’è solo desiderio di far sesso con quella persona. L’amore che ho per mia moglie è fatto di tanti aspetti, non facciamo più tanto sesso come prima ma ci amiamo anche con tanti bacini, coccole…

In una vera coppia che si ama non viene mai meno la componente erotica.

Sono d’accordo, altrimenti sarebbe come amare la sorella!

Che differenza c’è tra sesso fine a se stesso e sesso fra due che si amano?

Per me è bellissimo il sesso con la donna che ami, ma è anche bellissimo farlo con una sconosciuta con cui sentirti libero di fare anche brutta figura. Se non ci sono regole puoi vivere il sesso con estrema libertà.

Due innamorati però pretendono l’esclusività, l’essere unici l’uno per l’altra, come collochi questo aspetto nella tua vita?

La fedeltà e la gelosia durano finché c’è la passione, poi quando ciò finisce sta nell’intelligenza dell’altra persona tollerare il cambiamento. Pur di non perdere una persona accetti ciò che cambia, io quella la chiamo intelligenza.

Secondo la tua esperienza ci si può innamorare più volte?

Mi sono innamorato tre volte ed ognuna è stata esplosiva non dalla frequentazione, ma dall’attimo in cui ho incontrato quella donna. Ed è stato forte, passionale e sensuale però le grandi passioni secondo me si bruciano velocemente per cui bisogna essere molto bravi a gestire questo fuoco.

La passione va coltivata e alimentata con cura ogni giorno altrimenti si spegne, anche se non dobbiamo sottovalutare che un grande amore può diventare una gabbia...

Brava, proprio così, non bisogna farlo diventare una gabbia con la gelosia e la possessività e come sappiamo purtroppo certe situazioni conducono alla violenza e alla morte.

Quando si arriva ad uccidere non è più amore.

Non dico in tutti i casi, ma un amore troppo forte può sfociare nella violenza.

Perché ci dimentichiamo che l’amore è libertà, sei d’accordo?

Al cento per cento!

Le mie aspettative non sono andate deluse, l’amore è amore, un sentimento che sa dare un senso alla vita e soprattutto chi si innamora e poi ama vive le stesse emozioni trascinanti, sublimi ed esclusive che solo Eros sa farci sperimentare. In conclusione quando Rocco dice “Ti amo” lo fa con la stessa profonda intensità di ogni essere umano innamorato.

Scopri tutti i numeri di L'amore e gli Amori

Articoli che potrebbero interessarti

Il maestro e i suoi amori

Lorenzo Porzio è maestro direttore d’orchestra, compositore e pianista. Ma l’amore di coppia che posto occupa nella sua vita?

Alberto Fortis: la vita di coppia

Alberto Fortis, con un nuovo doppio album dal titolo 4FORTYS uscito a giugno 2018 per celebrare i quarant’anni di carriera, è molto di più di un cantante perché sa “lavorare” con le metafore. Ho valuto scoprire cosa pensa dell’amore di coppia.

I cocci dell’amore

Sino a qualche generazione fa la ragazza che si innamorava era travolta dall’opposizione tra desiderio e proibizione: doveva tenere il ragazzo lontano sino a che lui non mostrasse una seria intenzione. Senza quella niente era possibile.

2017 @ Far Immagine e comunicazione Srl – Tutti i diritti riservati
Registrazione al Tribunale di Milano n. 272 del 29-9-2017

Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione. Cliccando sul bottone ACCETTO dai il tuo consenso. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi