Cristina Cattaneo Beretta

Condividi questo articolo:

Facebook
Twitter
Email
Stampa

Amore,
il nostro amore corre veloce come sfila il paesaggio da un finestrino del treno.
E abbiamo paura di arrivare.
Ci sono cosi tanti luoghi ove andare mano nella mano; ripostigli dove infilarci a fare l’amore e trattorie ridenti con la tovaglia rossa e la tettoia di foglie d’uva.
Vi sono tanti occhi curiosi intorno che vogliono infilarsi tra noi.
Non lasciarti mai portare via da me, non ascoltare il potere il successo, scaccia come rospi gli adulatori; lascia che il mio alito si posi sul tuo e che il vapore del mio respiro si insinui dolcemente tra le tue labbra.
Corrono i giorni amore mio, non offuscarli con il troppo lavoro, le cene mondane, gli amici pettegoli.
E non essere frettoloso quando si tratta della tua amata. Non dimenticare di cantarne le lodi con tutti e dire quanto la ami e quanto ti è cara la sua pelle morbida.

Non sai quanto spirito c'è in un amore lasciato libero di correre, fare capriole e di tuffarsi nei torrenti.
Potremmo essere due trote felici e allora non mi ruberesti il tempo per vestirti da pinguino e discutere di problemi che non si possono risolvere con noiosi salmoni impettiti.
L’amore che siamo è la soluzione.
L'amore che abbiamo disegnato sulla pelle come un tatuaggio infinito.

Non correre via amore che il nostro tempo già cosi scarso, corre più veloce di noi.

Ti è piaciuto questo articolo?

Iscriviti alla newsletter gratuita

logo-monografico-small

L'amore e gli amori

Seguici sui social

2017 @ Far Immagine e comunicazione Srl - Tutti i diritti riservati
Registrazione al Tribunale di Milano n. 272 del 29-9-2017